03

GOVERNANCE

Organi societari

PRESIDENTE
Ivana Ciabatti
Carlo Ferrini
VICE PRESIDENTE
CONSIGLIERI
Giuseppe Ferrara, Filippo Dami, Alice Vanni
Gabriele Nardi – Presidente, Cristiana Chiericoni, Luca Varignani
COLLEGIO SINDACALE
AMMINISTRATORE DELEGATO / CEO
Ivana Ciabatti

Investire in iniziative sostenibili

Modello organizzativo 231

Il Modello Organizzativo ai sensi del Decreto Legislativo 231/01 (D. LGS. 231/01) è uno strumento di gestione e controllo che le aziende possono adottare e che può apportare diversi benefici. L’adozione di tale modello non solo aiuta a prevenire e contrastare comportamenti illeciti all’interno dell’organizzazione, ma anche a promuovere una cultura aziendale etica, migliorare i processi interni e ridurre i rischi finanziari e reputazionali. Nel perseguire i nostri impegni di trasparenza e integrità, Italpreziosi ha mantenuto il Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 quale fondamentale strumento di governance, mirato a prevenire e contrastare comportamenti illeciti all’interno della nostra organizzazione.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Il Consiglio di Amministrazione di Italpreziosi è composto da cinque membri, inclusa la CEO. La selezione dei membri avviene non solo considerando l’esperienza e la specializzazione, ma anche per l’impegno nei confronti della sostenibilità, un elemento integrato nella strategia aziendale. La visione del Consiglio di Amministrazione deve essere allineata a elevati standard di sostenibilità, poiché questa è parte integrante della strategia complessiva dell’azienda. Il ruolo del CdA consiste nell’indirizzare e sorvegliare la strategia aziendale, collaborando con l’organizzazione, controllando le attività e promuovendo la sostenibilità aziendale. Inoltre il CdA viene aggiornato e formato periodicamente sui temi di rilevanza definiti nel presente report.

MANAGEMENT

In collaborazione con il Senior Management composto dai responsabili di ciascun reparto, la CEO di Italpreziosi coordina e sovrintende l’esecuzione della strategia aziendale e dei principi di sostenibilità.

COMMISSIONE DUE DILIGENCE

La Commissione Due Diligence è composta dal Senior Management, il cui Presidente è il Legal Officer aziendale. Il ruolo della Commissione Due Diligence è quello di supervisionare il lavoro dell’ufficio di Compliance, rafforzando il dipartimento di Compliance aziendale nella gestione e mitigazione dei rischi legati alla filiera e ai collaboratori aziendali.

COMMISSIONE SOSTENIBILITÀ

La commissione di sostenibilità è stata istituita con lo scopo di allineare la visione aziendale con gli obiettivi di sostenibilità prefissati, monitorando costantemente i trend aziendali e ricercando l’innovazione continua, attraverso la pianificazione della strategia sostenibile nel breve, medio e lungo termine. Il lavoro della Commissione Sostenibilità è supportato dalla Commissione Due Diligence, in quanto i due aspetti devo agire complementariamente e in sinergia. In questo modo il processo di adeguata verifica è integrato ad un percorso di sostenibilità volto al supporto collaborativo nell’ambito della compliance verso i nostri clienti e fornitori.

COLLEGIO SINDACALE

Ha il compito di vigilare sull’attività degli amministratori e controllare che la gestione e l’amministrazione della società si svolga nel rispetto della legge e dell’atto costitutivo, garantendone ulteriormente la qualità.

ORGANISMO DI VIGILANZA

L’Organismo di vigilanza è composto da 3 membri e si occupa di vigilare l’attuazione del Modello 231 e la sua osservanza da parte dei suoi destinatari. Verifica, inoltre, l’adeguatezza del Modello e si assicura che il personale sia opportunamente formato e istruito sullo stesso.

Società Benefit e B Corp™

Società Benefit

Italpreziosi è diventata una Società Benefit (SB) nel maggio 2023, compiendo un passo importante nell’impegno per un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.
Le Società Benefit sono state introdotte in italia con la legge n.208 del 28 dicembre 2015, entrata in vigore dal primo gennaio 2016.
Le Società Benefit integrano nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera. Questo nuovo status legale ci fornisce una solida base per allineare la nostra missione nel lungo termine e per creare valore condiviso.
Come Società Benefit, Italpreziosi si impegna a perseguire finalità di beneficio comune in modo responsabile e trasparente, bilanciando l’interesse dei soci con quello della collettività.
Ciò include l’obbligo di riportare in maniera trasparente e completa le nostre attività attraverso una relazione annuale di impatto. La nostra strategia è quella di integrare questa valutazione nel presente rapporto di sostenibilità, al fine di fornire una visione ancora più completa degli impatti della nostra azienda, evidenziando il nostro impegno a creare un impatto positivo non solo per il nostro business, ma anche per le comunità e l’ambiente in cui operiamo.

La società persegue le seguenti finalità di beneficio comune, che sono riportate nello statuto societario:

  • Ridurre l’impatto ambientale e promuovere ricerca e sviluppo nell’attività industriale.
  • Migliorare la sostenibilità lungo la catena di approvvigionamento tramite collaborazioni e iniziative sociali e ambientali.
  • Creare una filiera più sostenibile e responsabile, aderendo agli standard nazionali e internazionali.
  • Promuovere la responsabilità sociale ed ambientale attraverso formazione e sensibilizzazione.
  • Integrare gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU nelle attività aziendali.
  • Promuovere il benessere dei dipendenti, collaboratori, clienti, fornitori e della comunità locale.

Italpreziosi Certificata B Corp™

La certificazione B Corp™ è considerata uno dei principali riferimenti nell’analisi delle performance ESG aziendali.
Le aziende certificate B Corp™ si sottopongono al B Impact Assessment (BIA), un rigido processo di valutazione che analizza il loro impatto sociale e ambientale, le pratiche di governance e l’impegno per la trasparenza. Questo assessment serve a determinare se un’azienda rispetta gli standard elevati richiesti, dimostrando un impegno autentico verso la sostenibilità e la responsabilità sociale d’impresa.

L’Assessment è suddiviso in cinque aree tematiche:
ambiente, comunità, governance, lavoratori e clienti.

Per ottenere la certificazione è necessario ottenere un punteggio di almeno 80 punti, lo score rappresenta un bilancio tra quanto l’azienda “prende” dalla società e dall’ambiente rispetto a quanto “restituisce” ad essi.

Italpreziosi ha acquisito la certificazione B Corp™, ottenendo un punteggio di 81,3. Tale riconoscimento identifica le aziende che si impegnano attivamente nel monitorare non solo l’aspetto finanziario, ma anche l’impatto ambientale e sociale delle proprie attività.

L’obiettivo è generare cambiamenti positivi per tutti gli stakeholder coinvolti.

Creazione di valore

Da sempre, e ancor di più da quando siamo diventati ufficialmente una società benefit, la generazione di valore lungo la nostra filiera rappresenta un aspetto fondamentale per la nostra attività. In particolare, ci concentriamo sulla promozione dello sviluppo locale nei contesti in cui viviamo e lavoriamo. Questo avviene tramite la creazione sostenibile di valore per gli azionisti, gli stakeholders, i dipendenti e le comunità locali, nel rispetto dei valori etici che definiscono il nostro modello di business.
Questo impegno è espresso in modo trasparente nel nostro statuto di società benefit, ed è confermato dalla certificazione B Corp™, che sottolinea il nostro contributo al movimento globale di aziende che rispettano alti standard di impatto sociale e ambientale.

VALORE AGGIUNTO DISTRIBUITO

DISTRIBUZIONE DEL VALORE 2023
VALORE ECONOMICO DIRETTO GENERATO 3.173.186.369
VALORE ECONOMICO DISTRIBUITO 3.168.432.514
VALORE ECONOMICO NON DISTRIBUITO 4.753.855
Il Valore aggiunto generato da Italpreziosi nel 2023 ammonta a 8.616.704,44 € Nel 2022 ammontava a 6.137.050 €, mentre risultava 6.079.204 € del 2021.
Il valore aggiunto del 2023 si è distribuito come mostrato:

2023

  • Utile – 25,75%
  • Soci – 0%
  • Ammortamenti, Accantonamenti – 17,81%
  • Pubblica Amministrazione – 11,61%
  • Risorse Umane – 42,91%
  • ESG – 1,92%

*€ 231.000 Distribuzione degli utili dei precedenti anni ai soci.

2022

  • Utile – 28,5%
  • Soci – 0%
  • Ammortamenti, Accantonamenti – 20,9%
  • Pubblica Amministrazione – 13,5%
  • Risorse Umane – 37%
  • ESG – 2,23%

2021

  • Utile – 27%
  • Soci – 0%
  • Ammortamenti, Accantonamenti – 21%
  • Pubblica Amministrazione – 8%
  • Risorse Umane – 41%
  • ESG – 3%
Tra le spese ESG, 165.711€ sono stati destinati per la creazione di benessere all’ambiente e alla società. Queste iniziative sono state suddivise in categorie in base agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) pertinenti, tra cui:
SDG Descrizione Percentuale
SDG 3 (Salute e Benessere) Destinato ad associazioni che si occupano di sviluppo e ricerca in ambito medico, e ad iniziative per la salute e benessere dei dipendenti 19,83%
SDG 4 (Istruzione di Qualità) Per sponsorizzare eventi, accademie e premiazioni culturali, nonché per la formazione dei dipendentii 6,5%
SDG 5 (Parità di Genere) Devoluto a favore di associazioni e progetti per la riduzione del gap di genere e il women empowerment 9,57%
SDG 8 (Lavoro Decente ed Economia) Per supportare iniziative volte al miglioramento delle condizioni lavorative nella filiera 23,34%
SDG 13 (Azioni per il Clima) Per l’elaborazione della nostra strategia climatica 6,96%
SDG 16 (Pace, Giustizia e Istituzioni Solide) Indirizzati alla collaborazione con un ente locale, impegnato in iniziative per promuovere la pace e per la risoluzione dei conflitti in modo costruttivo e non violentoa 15,09%
SDG 17 (Partnership per Obiettivi) In membership e partnership con l’obiettivo comune di aumentare la sostenibilità nella filiera 18,71%

Certificazioni, membership e accreditamenti

RESPONSIBLE JEWELLERY COUNCIL (RJC)

Facciamo parte del Responsible Jewellery Council (RJC), un’associazione che riunisce oltre 1400 delle principali aziende mondiali coinvolte nell’intera catena del valore dell’oro, dalle miniere ai rinomati produttori di gioielli come Cartier, Bulgari, Tiffany e altri. Ivana Ciabatti ha ricoperto un ruolo nel Consiglio di Amministrazione dell’RJC. Nel 2013, Italpreziosi ha ottenuto la certificazione volontaria del Code of Practice (CoP) e la certificazione “Provenance Claim”, seguite nel 2017 dalla certificazione della Chain of Custody (CoC).

LONDON BULLION MARKET ASSOCIATION (LBMA)

Il 1° settembre 2008 Italpreziosi è diventata Associate Member della London Bullion Market Association (LBMA). Dal 2018 è raffineria certificata Good Delivery (GD). LBMA è un’associazione con sede a Londra che funge da rappresentante per il più grande mercato OTC (over-the-counter) al mondo dedicato agli scambi di oro e argento fisici. L’associazione unisce gran parte delle banche centrali, produttori, raffinerie e commercianti, regolamentando diversi settori, inclusi standard di raffinazione e documentazione commerciale, oltre a promuovere le migliori pratiche commerciali.

FAIRMINED

Italpreziosi è certificata come Fairmined Authorised Supplier Collaboriamo attivamente a iniziative con organizzazioni internazionali e associazioni settoriali per migliorare le condizioni delle piccole comunità di minatori artigianali, preservando nel contempo l’ambiente in diverse parti del mondo. L’oro risultante da tali progetti è certificato come Fairmined. L’acquisto di questo oro sostiene lo sviluppo socio-economico e la tutela ambientale delle piccole comunità minerarie, contribuendo in modo significativo a promuovere un approccio sostenibile e etico nell’industria.

RESPONSIBLE MINERALS INITIATIVE (RMI)

Oltre a far parte della loro lista di affinazioni certificate a livello mondiale, siamo membri della Responsible Minerals Initiative (RMI). Costituita nel 2008 dai membri della Responsible Business Alliance e della Global e-Sustainability Initiative, la Responsible Minerals Initiative è oggi uno dei riferimenti più diffusi e stimati per le imprese di diversi settori impegnate nella promozione di catene di approvvigionamento di minerali responsabili.

INTERNATIONAL ORGANIZATION FOR STANDARDIZATION ISO

Italpreziosi ha ottenuto la certificazione ISO 9001, a conferma dell’impegno continuo per l’eccellenza e la qualità nella gestione dei processi, Qualità e soddisfazione del cliente rappresentano valori fondamentali che guidano le nostre attività quotidiane e contribuiscono alla sostenibilità a lungo termine della nostra azienda.
La certificazione per la misurazione delle emissioni di gas serra, conforme agli standard ISO 14064, sottolinea il nostro impegno tangibile nella gestione responsabile delle nostre attività. Questo riconoscimento attesta che adottiamo pratiche e procedure standardizzate per quantificare, valutare e gestire le emissioni di gas serra, suddivise nelle varie categorie, per poter così contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale delle nostre operazioni.

UNI - ENTE ITALIANO DI NORMAZIONE

Italpreziosi ha ottenuto la certificazione relativa alla parità di genere seguendo la prassi UNI PdR 125:2022, a conferma del suo impegno effettivo verso un ambiente lavorativo inclusivo e paritario. Il conseguimento di questo riconoscimento implica il raggiungimento di un punteggio specifico, valutato attraverso l’analisi di indicatori sia qualitativi che quantitativi. Questo risultato rappresenta un passo significativo per favorire la diversità e l’uguaglianza di opportunità all’interno della nostra organizzazione.

INITIATIVE FOR RESPONSIBLE MINING ASSURANCE (IRMA)

Italpreziosi è membro della Initiative for Responsible Mining Assurance (IRMA). L’iniziativa mira ad aumentare l’estrazione responsabile, in cui l’industria mineraria rispetti i diritti umani e le aspirazioni delle comunità, offra luoghi di lavoro sicuri, sani e solidali, riduca al minimo i danni all’ambiente e lasci eredità positive.

WATCH & JEWELLERY INITIATIVE 2030 (WJI2030)

Siamo membri della Watch & Jewellery Initiative 2030, iniziativa promossa da Kering e Cartier e dedicata agli operatori dell’industria orologiera e gioielliera. Il progetto si basa su tre obiettivi comuni: sviluppare un piano di resilienza climatica, preservare le risorse naturali e promuovere l’inclusività.

INTERNATIONAL PRECIOUS METALS INSTITUTE (IPMI)

Italpreziosi è membro dell’International Precious Metals Institute (IPMI), che rappresenta la più ampia associazione dedicata ai metalli preziosi su scala globale. IPMI è un’associazione internazionale di produttori, raffinatori, costruttori, scienziati, utenti, istituzioni finanziarie, commercianti, gruppi del settore privato e pubblico, costituita per fornire un forum per lo scambio d’informazioni e tecnologia.

B LAB

In quanto società certificata B Corp™ nel settore metalli preziosi, Italpreziosi è annoverata tra le aziende che guidano un movimento globale che si impegna in favore di un paradigma economico inclusivo, equo e rigenerativo. Le B Corp™ certificate sono aziende che soddisfano gli alti standard di performance sociale e ambientale, responsabilità e trasparenza verificati dalla non profit B Lab.

BANCA D’ITALIA

Siamo registrati con il codice 5000120 come Operatore Professionale in oro con la Banca d’Italia, in ottemperanza alle leggi italiane, con particolare riferimento alla legge 7/2000, che ha consentito, tra le altre cose, l’acquisto e la vendita di oro da investimento per i privati.